AL GIOCO DEL TRONO…

…o vinci o muori, giusto no? No, perchè innanzi tutto devi saper giocare. Che non è roba da poco.

Benvenuto nel primo post “vero” del 2019, in cui parleremo di un gioco da tavolo, che per quanto mi riguarda personalmente, potrebbe diventare IL gioco da tavolo, una delle migliori interpretazioni a 360 gradi di quel che io intendo come gioco strategico e gestionale. Oggi parliamo de “Il Trono di Spade: il gioco da tavolo” edito da Fantasy Flight e pubblicato in Italia da Asmodee.

Il gioco si presenta come un vero e proprio strategico, che annulla completamente qualsiasi aleatorietà, o almeno la relega ad una meccanica trascurabile, in favore di pura strategia e sangue freddo.


10


Se all’aspetto esteriore i rimandi a Risiko sono piuttosto immediati, dopo un paio di turni di gioco ci si rende conto della bellezza, e della complessità, del titolo.

Spesso e volentieri a Risiko per vincere basta accumulare unità, starsene buoni buoni, e partire in modalità panzer appena si vede il nemico debole, ovviamente sperando sempre nei dadi.

In questo gioco una strategia di questo tipo è impossibile; infatti ogni casata oltre alla propria influenza e alla propria posizione rispetto al Trono di Spade, deve tener conto delle proprie scorte, che gli consentono di avere un numero ben stabilito di eserciti e di unità in ciascun esercito. Unità diverse (fanti, cavalieri, navi e torri d’assedio) aumentano ulteriormente la complessità e la varietà di gioco. Il fatto stesso che non ci sia un ordine di gioco stabilito, e che tutti facciano le proprie scelte strategiche in contemporanea, rende il turno quasi scacchistico, con calcolo delle possibili proprie mosse e delle mosse avversarie.


13


A tutto questo aggiungiamo le carte Westeros, tipo carte evento, che vanno a volte a stravolgere l’ordine delle cose con imprevisti che colpiscono tutti i giocatori.

Nell’unica partita che ho fatto fino ad ora, oltre al fatto che abbiamo sbagliato l’applicazione di varie regole (il regolamento forse poteva essere scritto in modo più chiaro), c’è stato un ribaltamento di gioco pazzesco, per il quale i Lannister che a metà partita avevano praticamente vinto, si sono ritrovati fanalino di coda alla fine delle ostilità.

Un gioco davvero ben studiato e molto ricco. Aggiungiamo componenti davvero sublimi, come la plancia da gioco, che meriterebbe di essere incorniciata, o i meeples ad effetto marmorizzato. Un gioco che vale una spesa medio/alta per un gioco da tavolo davvero davvero appassionante, sia per i fan della serie che per i semplici giocatori.


6


 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...