BLOODBORNE, NON QUELLO VERO

Oh, son felice di fare questo post, una recensione speciale, di quella che sembra la nuova tendenza mondiale: i giochi da tavola! Siamo tornati negli anni ’90? Sembra proprio di si caspita, quando i giochi da tavola erano i padroni incontrastati dell’intrattenimento ludico in compagnia. E oggi, grazie al fallimento dei party game e del progressivo ridimensionamento dei giochi online (ne parleremo in un post più avanti), i giochi da tavola son tornati, più cazzuti e fighi che mai.

Se ti fai un giro su Kickstarter, capirai subito di quanto i titoli board siano in ascesa: giochi finanziati in meno di 12 ore, cifre astronomiche raccolte (tipo i 3 milioni di sterline raccolti da Nemesis, si, 3 MILIONI) e una tonnellata di nuove campagne ogni giorno che raggiungono gli obiettivi prefissati. E intanto il videogioco, frena.

In questo contesto, anche a me è stato regalato a Natale un gioco da tavola che tanto desideravo e che ha rispettato le mie aspettative: Bloodborne, il gioco di carte. Ispirato ovviamente al celeberrimo videogioco per PS4, questo titolo è un mix tra strategia e deck-building, in cui i cacciatori collaboreranno tra di loro per uccidere le belve che si incontreranno durante la partita, ma allo stesso tempo ognuno dovrà cercare di fare i propri interessi raccogliendo più echi del sangue rispetto ai propri avversari. Non mi voglio dilungare spiegando le regole del gioco, anche perchè non ne sono assolutamente capace. Preferisco invece parlare di come basti davvero un’idea semplice come quella del deck-building, unita ad un ottimo design di carte e elementi di gioco, con illustrazioni che vi faranno davvero sentire a Yharnam, per creare un ambiente di gioco coinvolgente, stimolante e molto divertente.

La durata delle partite varia molto in base al numero di giocatori presenti, che possono essere da 3 a 5, ma non supera mai l’ora di gioco. A tal proposito, nel caso vogliate allungare i tempi di gioco, basterà inserire un maggior numero di carte mostro all’interno del mazzo di gioco o semplicemente una volta sconfitto il boss finale, ricominciare da capo con un nuovo boss ma mantenendo gli stessi equipaggiamenti ed echi raccolti. Personalmente credo che un gioco da tavola così, semplice, coinvolgente e competitivo sia un must-have per ogni NERD che si rispetti, da giocare assieme agli amici riuniti per una cena. A tal proposito, mi sto avvicinando molto al mondo dei boardgame e dei wargame: ora che ho iniziato a seguire a collezionare miniature di Warhammer, mi si è davvero aperto un mondo vastissimo che non conoscevo e che mi affascina da morire, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto “sociale” che lo accompagna.

Se avete qualche gioco in particolare da consigliarmi, vi prego, fatelo! Apprezzo particolarmente i giochi strategici, dove la fortuna non gioca un ruolo così importante. Aspetto impazientemente le vostre risposte!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...