STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI, ASPETTATIVE ALTE

Fin dal momento in cui mi sono svegliato stamattina, ho un chiodo fisso in testa: cosa mi posso aspettare dal film di Star Wars di stasera? Ho prenotato i biglietti da 2 mesi, precisamente il giorno in cui si sono aperte le prevendite del mio cinema di fiducia.

Lo attendo con ansia da tempo, forse addirittura più di quanto abbia atteso l’episodio VII, perchè forse avevo il timore di un capitolo più vicino alla nuova trilogia piuttosto che alla vecchia. Nonostante Il risveglio della forza abbia deluso molti, io sono stato sempre tra quelli moderatamente soddisfatti, non perchè la trama fosse innovativa ed avvincente, ma piuttosto perchè ha aperto tante strade percorribili a livello di trama, alcune scontate altre più oscure ed imprevedibili. La base di partenza per questo episodio VIII è ottima, i trailer hanno fatto il resto, e l’hype è salito alle stelle.

Sono soprattutto curioso di vedere quale eredità può aver lasciato Rogue One, a livello registico e di sceneggiatura, all’interno della saga principale: se ne Il risveglio della forza avevamo di fronte un classico Star Wars, Rogue One ha rotto tutti gli schemi, facendo “perdere” i buoni e vincere in un certo senso i cattivi, tenendo un profilo oscuro, quasi opprimente. Nell’economia generale del film era più che giustificato un senso di oppressione, così da rendere perfettamente la sensazione della stretta che l’Impero applica sulla galassia; così non è stato per l’episodio VII, in cui il Primo Ordine, per quanto spiccatamente totalitario e minaccioso, è sembrato solo una macchietta di quel che era il glorioso Impero di Darth Vader. D’altronde, anche lo stesso Kylo Ren non è che una macchietta confrontato al nonno. E questa secondo me è una delle chiavi più interessanti del film: se da una parte abbiamo una Rey estremamente decisa, il suo antagonista naturale sembra al contrario estremamente confuso, psicologicamente debole. Storicamente la figura del Sith ha sempre avuto più controllo su se stesso rispetto a quella del Jedi, per cui sono proprio curioso di come si evolveranno gli equilibri, e soprattutto la caratura morale dei personaggi.

Le mie aspettative sono dunque molto alte: mi aspetto un Primo Ordine in grado di schiacciare la Resistenza, un Kylo Ren che completi il suo addestramento e che compia il suo destino, una Rey che si ponga davvero grosse domande sul proprio passato e sul proprio futuro, mi aspetto un Luke che sappia riprendere da dove aveva lasciato e che soprattutto sveli i misteri sia di Kylo Ren che degli anni tra l’episodio VI e VII.

In generale non vorrei però vedere un film che mi sono già immaginato più e più volte in questi due anni; mi piacerebbe semplicemente vedere un film che mi faccia venire brividi di emozione e che mi faccia uscire dalla sala un po’ frastornato e con un grosso sorriso. Non che questo sia poco.

 

Annunci

Un pensiero su “STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI, ASPETTATIVE ALTE

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...