MEDIUM SPECIAL – SENZA FARE SUL SERIO

LEGGI QUESTO POST SU MEDIUM.COM

Tutti adoriamo prenderci sul serio; ammettiamolo, tirarcela, giusto un po’, ci fa sentire superiori alla massa di pecoroni che ci circonda. Far pesare a tutti quanti che, figa, noi siamo capi magazzinieri della “Rotoloni & Affini s.r.l.”, mica pizza ai fichi. Per quanto sia gratificante e appagante per il proprio ego, prendersi sul serio, non è tuttavia indice nè di grande intelligenza, nè di savoir faire nei rapporti interpersonali.

Questa breve introduzione cosa significa? Presto detto: mi so prendere molto poco sul serio. So di iniziare mille progetti e di abbandonarne incompleti mille e uno, so di avere idee grandiose (almeno a me sembrano tali) ogni giorno, salvo poi fare l’esatto opposto il giorno seguente. Non sono il prototipo della persona sicura di sè, affidabile, l’autentica roccia inamovibile che non ammette deviazioni dalla rotta prestabilita.

Non credo tuttavia che questo sia necessariamente un male; anzi, sono fermamente convinto che essere incostanti sia una dote da poter sfruttare a proprio vantaggio, soprattutto quando si sta cercando la propria strada. Questo è quanto sto facendo io. Sto cercando.

Cerco uno spazio per poter sfogare tutte le idee che mi passano per la testa, metterle per iscritto e poi dire “Ok, è una cagata”. Oppure no, chi lo sa. Ho già un blog dilettantistico, in cui sbatto tutta la mia passione (e molto del mio tempo), ma dove non posso dare libero sfogo alla mia creativa follia. Ho pensato che qui, fosse il posto giusto per scrivere di tutto, di quel che mi circonda e di quel che mi rapisce, di quel che mi turba e di quello che mi allieta; ma per farlo, non posso scrivere interpretando un personaggio, non posso essere “The Little NERD” quando parlo di quel che amo fare al sabato sera, a meno che questo non sia sfondarsi di videogame. Non sarebbe coerente.

Per cui riporrò le maschere su Medium, sarò me stesso, con le mie insicurezze e le mie opinioni, le mie contraddizioni e le mie fobie. Se vorrete seguirmi, sarete i benvenuti in questo viaggio, sperando che non diventi l’ennesima opera incompiuta della mia strampalata quotidianità.

Un unico consiglio: non prendetemi sul serio, non riesco a farlo nemmeno io.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...