SEEN ON YOUTUBE – AGGRESSIONE A CICCIOGAMER89

L’argomento che sta tenendo banco negli ultimi giorni su YouTube è l’aggressione avvenuta ai danni dello youtuber Cicciogamer89 al Romics, svoltosi sabato e domenica passati. Il video del fattaccio ha fatto il giro del web in poche ore, e da li è iniziato il vero fenomeno, che si è tradotto, oltre che in un video di reazione dello sfortunato protagonista (quello che avete visto qua sopra), in tanti video di supporto ed incoraggiamento da parte di moltissime star della community italiana della piattaforma.

Questo post sarebbe corretto dividerlo in due parti: la prima, quella di condanna netta e senza repliche ad un gesto tanto stupido quanto inutile ed offensivo; la seconda, quella più cinica e ragionata, che tuttavia non va intesa come apologia o scusante per simili gesti. Ma siamo su internet, per cui tutto verrà interpretato alla cazzo di cane. Che è una delle cause per le quali si è arrivati a questo post. Ma andiamo per gradi.

Un gesto così assurdo non meriterebbe nemmeno di essere commentato, eppure è giusto far capire che oltre ad essere offensivo, più che doloroso, è un pericoloso precedente. Oggi sono i cornetti con la Nutella, domani sarà una bottiglia di vetro o peggio. Se dobbiamo prendere a cornetti in faccia tutta la gente con cui siamo in disaccordo, i pasticceri sarebbero più ricchi dei banchieri. Non potremo lamentarci in futuro se i nostri youtuber preferiti saranno trattati come dei divi di Hollywood, intoccabili e inavvicinabili; sono queste bravate idiote a far dubitare veramente di quanto vale la pena immergersi in quello che, in teoria, dovrebbe essere il “tuo” pubblico.

Questa è una cosa che probabilmente l’utente medio di YouTube non ha ancora capito: non ti piace un canale o un creatore di contenuti? Semplicemente, NON GUARDARLO! Che senso ha far crescere le visualizzazioni di un canale, solo per scrivere un commento negativo sotto ad un video che sai per certo che non ti piacerà? L’apoteosi dell’assurdo. Il potere di NON GUARDARE è la più forte delle armi: non ti guardo, non hai la mia visualizzazione, per me non esisti e per te non esisto. Tutti felici.

Guardare e commentare con insulti, si fa la fine delle cimici: si è inutili e fastidiosi.

Per questo il buon Cicciogamer89 ha tutta la mia solidarietà.

Ora inizia la parte cinica, per cui se sei un ipocrita che non vede oltre la punta del suo naso, smetti di leggere ORA.

Come siamo arrivati a commentare un evento del genere?

Da anni i gameplay sono una delle colonne portanti della community italiana, e non solo, di YouTube; da quando è scoppiato il fenomeno PewDiePie, tutti fanno gameplay e tutti si improvvisano esperti giocatori, anchi chi proprio di talento non ne ha. Sappiamo tutti, TUTTI, che la fascia d’età più attiva del pubblico di YouTube va dai 10 ai 18 anni, e tutti sappiamo quali siano i titoli che più attirano l’attenzione degli adolescenti; Minecraft, CoD, Fifa, Clash of Clans/Clash Royale e Pokemon GO nei mesi passati. Sono dati di fatto, non c’è critica in tutto questo: non è detto che questi siano necessariamente giochi di merda perchè piacciono ad una certa fascia di pubblico.

Se andiamo ad analizzare il fenomeno Cicciogamer89, andiamo a scoprire che la spina dorsale dei suoi video è composta da gameplay sui giochi appena citati e che fa di tutto per farsi apprezzare da quella fascia di pubblico che più è attiva sul tubo. In questo non c’è NIENTE DI MALE!!! Come ha detto lui nel video, è semplicemente stato furbo, dal punto di vista del marketing, a vendersi all’acquirente giusto, in questo caso, gli adolescenti. Però, sia su internet che nella vita reale, non possiamo piacere a tutti, e piaceremo ancora meno se è lampante la nostra “prostituzione intellettuale” (belle le citazioni Mourinhiane) atta a creare più traffico sul nostro canale. Se inseriamo tutto questo nel contesto della non-community italiana di YouTube, in cui tutto è bianco o nero (o sei pro Cicciogamer o sei contro Cicciogamer, non puoi avere un’opinione personale che sta nel mezzo, come la mia), il gioco è fatto. Il bello di internet è che tutti abbiamo diritto di dire la nostra, anche se puntualmente chi parla è chi dovrebbe invece stare zitto. L’odio alimenta odio, e rispondere per le rime a chi ti insulta, non fa che generare ulteriore astio nei tuoi confronti.

Con questo non voglio giustificare un gesto sbagliato, infantile e offensivo, nè sminuire la mia solidarietà a chi ha dovuto subirlo. Semplicemente, se vuoi essere amato, devi sopportare tanto odio…soprattutto su internet; ma questo significa farlo in silenzio, ignorare l’ignoranza e apprezzare le critiche costruttive, non dare corda alle prime e ignorare le seconde, e soprattutto, anche quando si viene presi a “cornetti in faccia”, mantenere un minimo di stile. Il video di Cicciogamer in “risposta” a quanto accaduto l’ho trovato fuori luogo, inutile, se non per fare visualizzazioni e raccogliere del sostegno che avrebbe avuto in qualsiasi caso, ma soprattutto ha dato la perfetta dimensione di quanto non si deve fare su internet.

Parli male di me? Ti denuncio.

Quando si ragiona con questi estremi, come puoi pretendere dal tuo pubblico un comportamento diverso?

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...