E3 2016 – TIRIAMO LE SOMME – ELECTRONICS ARTS (EA)

Ciao caro lettore NERD.

Si è chiusa ufficialmente l’edizione 2016 dell’E3, la più importante rassegna in campo videoludico del mondo; è tempo dunque di tracciare un bilancio di quello che le software house hanno presentato al mondo intero. Non ho intenzione di parlare di hardware, ma solo di videogames.

E inizierei questa mini-serie di post con la EA, che ha presentato 6 titoli, anzi, 5 e mezzo.

TITANFALL 2

Non so bene cosa aspettarmi da Titanfall 2, in quanto non ho mai nemmeno provato il primo capitolo. Dal trailer, sicuramente ho capito che non è un gioco che fa per me: sembra una via di mezzo tra un CoD e non so bene cosa…ma ci sono dei robottoni giganti. Boh, non riesco a dare un giudizio e forse è anche meglio così; semplicemente non è un gioco innovativo, sarà un’uscita che gli amanti del primo capitolo apprezzeranno senza dubbio, ma con me non sono riusciti a conquistare un nuovo cliente.

MASS EFFECT ANDROMEDA

Difficile commentare il nulla. Non trapela nulla da questo trailer, nè uno stralcio di gameplay, nè una vaga idea della trama di gioco. Impossibile farsi un’idea, se non quella che il gioco è ancora molto indietro nello sviluppo.

FIFA 17

Commentare FIFA è superfluo solitamente: tutti sappiamo di cosa si parla e cosa aspettarci da questo brand. Eppure quest’anno EA ha deciso di puntare forte sul suo gioco di punta e di creare una nuova modalità, “The Journey”, che sembra essere davvero molto interessante. Vivere la vita nei panni di un giocatore della Premier League può essere davvero un modo per rinnovare un gioco che non ne ha necessità, vista il grande successo ottenuto negli utimi anni. Un motivo in più per acquistare un titolo che avrei acquistato ugualmente. E come me, tanti altri.

MADDEN 17

Sarebbe quanto meno necessario conoscere il mondo del football americano per poter commentare Madden 17, ma non è decisamente il mio settore. Trattandosi comunque di un titolo sportivo, possiamo apprezzare la grafica al limite del fotorealismo, davvero ben riuscita. Non avendo a disposizione un gameplay, è difficile valutarne il reale potenziale. Si tratta comunque di un titolo più di nicchia rispetto a FIFA, almeno in Europa. Sicuramente gli appassionati lo apprezzeranno.

STAR WARS

Ok. Quindi? Cosa vorreste dire? Che chi ha comprato Battlefront deve aspettare 1 anno dopo l’uscita per avere una longevità del gioco che supera la mezz’ora? O che avete pagato una fortuna per i diritti sul brand Star Wars e quindi dovete assolutamente far saltare fuori qualcosa di buono? E tutta questa gente al lavoro che mi avete fatto vedere è davvero riuscita a partorire solo Star Wars Battlefront? Forse facevate più bella figura a risparmiarvelo.

FE

Senza dubbio è il gioco che più mi ha incuriosito della conferenza EA. Se gli altri titoli presentati mi sono sembrati un modo per vincere facile, con questo Fe, EA mi sembra abbia azzardato un po’ di più. Non per niente si tratta di un progetto indie che EA ha voluto produrre a proprie spese. Tutto in questo trailer trasuda curiosità, a partire dal gameplay fino alla trama di quello che sembra essere un gioco davvero promettente e sicuramente con più possibilità di innovazione nella scena videoludica di quanto non possano essere tutti gli altri titoli EA presentati quest’anno messi insieme. Se il rischio pagherà non si può sapere, ma sicuramente il fatto che un titolo così “anonimo” venga presentato all’E3, vuol dire che i vertici EA hanno deciso di puntare forte su quest’opera. Un titolo che seguirò.

BATTLEFIELD 1

Eccoci finalmente. Quel che tutti(?) stavamo aspettando da questo E3: Battlefield 1. Ma come? Non era il 5? Anzi il 6? No, stolti; è ambientato nella prima guerra mondiale, quindi 1. Questo effettivamente è un bel compromesso; la seconda guerra mondiale l’abbiamo imparata più dai videogiochi che dai libri di scuola. Iperinflazionata. Come per FIFA, hanno trovato un modo per innovare un genere ormai privo di qualsiasi forma di novità, un po’ per necessità commerciali, un po’ per mancanza di nuove idee. Cambiare ambientazioni è già un buon inizio. Se tutto quel che si vede in questa e nelle altre cinematic fosse vero, tutto l’hype che si è creato attorno a questo titolo sarebbe più che giustificato. Per ora è ancora difficile esprimere un giudizio oggettivo, tuttavia è sicuramente uno dei giochi più attesi dell’anno. E le cinematic hanno fatto il loro dovere.

Questo è tutto per i trailer presentati da EA.

Fammi sapere quel che ne pensi e come al solito ricordati di seguirmi su tutti i Social Network e di essere NERD senza vergogna.

Grazie per la lettura. Ci vediamo presto con le mie impressioni sugli altri trailer dell’E3.
See you soon!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...