UNA VITA DA ALLENATORI

Ciao caro lettore.
Il post di oggi è nostalgico, pieno di ricordi e di idee strane, ma penso condivisibili. Come ben saprai infatti sono un grande appassionato della serie Pokèmon, si può dire praticamente dall’inizio della sua storia. Sono cresciuto come molti miei coetanei, con la serie animata, il Game Boy Color in mano e la perenne ricerca del cavo Game Link, che almeno qua nella mia città, nessuno ha mai visto originale. Davvero, era più facile avere un Mew piuttosto che il cavo originale Nintendo. Ma i tarocchi cinesi hanno sempre funzionato benissimo.

Ho seguito le storie Pokèmon in tutti i loro capitoli fino alla terza generazione. Poi inevitabilmente la mia passione ha subito una battuta d’arresto, vista l’età in cui bisogna far vedere di essere grandi anche se dentro si è ancora ragazzini. E così ho saltato tutti i giochi per DS, salvo poi recuperarli e giocarli più avanti. Da infatti un paio d’anni ho ripreso a seguire il mondo Pokemon nella sua interezza. Certo, per uno “vecchia scuola” come me, vedersi catapultati nell’universo Pokemon con la possibilità di sfruttare la potenza di internet, è stato davvero difficile. Scoprire l’esistenza dei Valori Individuali dei Pokemon e di un sistema di battling competitivo così evoluto e raffinato, è stato anche peggio. Praticamente mi hanno cambiato nel giro di una generazione tutto quello che io pensavo di conoscere sui Pokemon. Se una volta avere terremoto, era la massima aspirazione, oggi spammare danni a caso non solo serve a poco, ma può essere addirittura deleterio.
Tutto è cambiato…mi sento un vecchio a dirlo.
Ho sempre pensato che chi sostiene la teoria secondo la quale ai “loro” tempi tutto era migliore, che si stava meglio quando si stava peggio, è semplicemente chi non riesce a stare al passo con i tempi per varie ragioni, e sentendosi escluso dalla realtà a lui contemporanea, la vede inevitabilmente come peggiore di quella passata.
Mi sono adattato a tutto quello che è cambiato nel mondo dei Pokemon, ma nonostante questo, non credo che tutte le scelte fatte siano state azzeccate. Il competitivo soprattutto è diventato davvero troppo complesso, con troppi fattori che non sono nemmeno controllabili direttamente dal giocatore. Soprattutto quest’anno, con il nuovo formato VGC, avendo aperto la possibilità di utilizzare molti leggendari nelle sfide ufficiali, si è resa palese una cosa: in un modo o nell’altro, chi vuole essere competitivo deve necessariamente avere un Action Replay, e quindi essere considerabili come cheater. Tristemente è così, perchè Pokemon impossibili da breedare e quindi senza la possibilità di avere gli IV desiderati, con molta pazienza e con molti passi, diventa quasi indispensabile un sistema di modifica dei Pokemon catturati.
Sul canale YouTube di Pokemon Millenium, il campione italiano Francesco Pardini dimostra come sia possibile catturare leggendari sapendo a grandi linee quali IV siano a 31 ancora prima della cattura, velocizzando il processo. Ma realisticamente parlando, davvero chi partecipa ai tornei ufficiali farà una cosa del genere? A voi l’ardua sentenza.
In questo clima in cui tutti sembrano essere costretti a cheattare per poter essere forti, che poi a mio parere il cheat in multiplayer è la cosa più insoddisfacente che possa esistere, io ho preso una decisione; d’ora in poi le mie squadre Pokemon per le lotte competitive saranno rigorosamente composte da Pokemon breedabili. Non mi importa se non sarò competitivo e se i Landorus e gli Xerneas mi asfalteranno malissimo, non mi interessa. Quel che voglio è recuperare almeno in parte la sana competizione che c’era una volta, quella in cui chi aveva allenato meglio i propri Pokemon vinceva, e non chi soft resettava più volte per avere un leggendario con IV al massimo.
Questa è una sacra promessa che faccio su Tumblr, e tutti mi siete testimoni.
Dimmi la tua a riguardo e come sempre ricordati di aggiungere questo post ai preferiti, di seguirmi su Twitter e di essere NERD senza vergogna.
Grazie per la lettura. Ci vediamo presto con tantissimi altri contenuti.
See you soon!
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...